LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI

“L’isola di Pietro”, il grande ritorno di Gianni Morandi alla fiction

| Redatto da Meteo.it

La nuova fiction in onda da domenica 24 settembre su Canale 5 in prima serata, è ambientata nel Sud-Ovest della Sardegna, in particolare a Carloforte, sull’Isola di San Pietro, la seconda isola più grande dell’arcipelago sulcitano di fronte alle coste del Sulcis Iglesiente.

“L’isola di Pietro”, il grande ritorno di Gianni Morandi alla fiction  | NEWS METEO.IT

Un luogo magico i dove in molti, ancorati alle tradizioni, continuano a lavorare i tonni pescati in un mare limpidissimo e profondo. Questa è "L'isola di Pietro" un'isola in cui un medico, un pediatra (Gianni Morandi) è il punto di riferimento di una piccola comunità in cui tutto appare immobile..

“L’isola di Pietro”, il grande ritorno di Gianni Morandi alla fiction  | NEWS METEO.IT

Clicca qui per vedere il trailer ufficiale de L’Isola di Pietro

L’isola di San Pietro, di antica origine vulcanica, è famosa per le coste alte e frastagliate che caratterizzano soprattutto la parte nord-occidentale dell’isola cadendo a strapiombo nel mare e dando origine a grotte, insenature, falesie, e spettacolari piscine naturali. La costa a est dell’isola, invece, è pianeggiante e sabbiosa: qui si trova l’unico comune dell’isola, Carloforte, considerato uno dei borghi più belli d’Italia

“L’isola di Pietro”, il grande ritorno di Gianni Morandi alla fiction  | NEWS METEO.IT

In tutta la Sardegna, come sull’isola di San Pietro, il clima è decisamente mite, soprattutto lungo le zone costiere, dove è molto raro che le temperature scendano al di sotto dello zero. Le piogge sono piuttosto scarse e concentrate soprattutto nei mesi autunnali e invernali. Le estati sono calde e particolarmente secche, caratterizzate da venti che frequentemente raggiungono una notevole intensità. Come tutta la regione, l’isola di San Pietro è particolarmente soggetta al Maestrale, che proviene da Nord-Ovest e nei momenti di maggiore intensità può addirittura superare i 100 km orari e provocare violente mareggiate lungo le coste nord-occidentali dell’isola, frequenti soprattutto nei mesi invernali. In questi casi le condizioni meteorologiche possono diventare così difficili da rendere necessaria la sospensione dei collegamenti marittimi con il porto di Portovesme, sulla costa della Sardegna, ma resta di solito attivo il collegamento con il porto di Calasetta, che si trova sull’isola di Sant’Antioco e offre quindi una rotta più riparata dal violento Maestrale.

“L’isola di Pietro”, il grande ritorno di Gianni Morandi alla fiction  | NEWS METEO.IT

La notevole ventilazione ha effetti visibili in tutta l’isola, la cui vegetazione – tipica della macchia mediterranea e composta soprattutto da arbusti come il mirto, il lentisco, il corbezzolo, il ginepro e il cisto – è plasmata soprattutto dal Maestrale, con piante molto basse e frequentemente incurvate in direzione Sud-Est. Per via del vento intenso è possibile imbattersi in boschi naturali di pino d’Aleppo e macchie alte di leccio solo nelle zone riparate dal Maestrale.

Previsione

Martedì venti forti al Sud

Martedì venti forti al Sud

Giornata ventosa anche sul medio Adriatico, dove però il tempo migliora. Freddo all'alba al Nord

Ultime news

Le news più lette